Archivio Giurisprudenza

Pagina 3 di 73

T.A.R. Sardegna Cagliari - Sentenza n. 649 del 03/10/2022

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE CONTRATTUALI (Titolarità attiva)

In pendenza di una controversia tra mandataria e mandante in merito alla esecuzione di una concessione aggiudicata alla ATI, l’impresa mandante ha diritto di accedere ex L. 241/90 agli atti esecutivi del rapporto concessorio [sulla questione vedi Scheda ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE CONTRATTUALI].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato - Sentenza n. 8454 del 03/10/2022

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) (Legittimazione del denunciato)

Per la VII Sezione del Consiglio di Stato, la dirigente di un istituto scolastico destinataria di un esposto da parte di alunni e genitori, dal quale non è scaturito alcun procedimento ispettivo o disciplinare, non ha titolo a conoscere i nominativi dei firmatari dello stesso (che potrà quindi essere osteso omettendo le sottoscrizioni) se non specifica in quale modo la conoscenza di tali dati le consentirebbe di tutelare il proprio diritto all’onore ed alla reputazione, non essendo sufficiente un generico riferimento a non meglio precisate esigenze probatorie e difensive in vista di un futuro ricorso (conferma T.A.R. Firenze n. 471/2022) [sulla controversa questione vedi Scheda Legittimazione del denunciante e del denunciato nei procedimenti ispettivi, sanzionatori e disciplinari].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Campania Napoli - Sentenza n. 6010 del 29/09/2022

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AI DATI SANITARI

Va accolto il ricorso proposto da una struttura privata accreditata dalla Regione volto ad ottenere,  nell’esercizio del diritto di accesso civico semplice ex art. 5, comma 1, D.Lgs. 33/2013, l’inserimento nell’elenco delle strutture autorizzate e la relativa pubblicazione ex art. 41, comma 4, D.Lgs. 33/2013 [vedi Scheda ACCESSO AI DATI SANITARI].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Calabria Reggio Calabria - Sentenza n. 636 del 26/09/2022

DIRITTO ALL'INFORMAZIONE (Dati previdenziali e pensionistici)

Il titolare di trattamento pensionistico ha diritto ai sensi della Legge 241/90 di conoscere dall’INPS se effettivamente il datore di lavoro abbia adempiuto all’obbligo di pagamento dei contributi previdenziali e, in caso affermativo, il motivo per il quale l’Istituto abbia omesso di accreditare tali somme [vedi Scheda Diritto all'informazione].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lombardia Brescia - Sentenza n. 877 del 26/09/2022

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Pareri legali)

Non è ostensibile il parere e la relativa corrispondenza intercorsa tra la P.A. ed il suo difensore con cui quest’ultimo illustra la portata e le implicazioni di una sentenza del Giudice Amministrativo e la necessità di darvi ottemperanza [vedi Scheda Pareri legali].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 12210 del 26/09/2022

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (SOGGETTI ATTIVI)

Il T.A.R. Lazio ritorna sulla tesi della funzionalizzazione dell'accesso civico generalizzato: per i Giudici non è accoglibile l’istanza di accesso civico generalizzato agli atti attuativi del D.M. 28 marzo 2018 (riguardante i costi standard dei servizi di trasporto pubblico locale e regionale ed i criteri di aggiornamento) se dall’istanza non risultano gli scopi specifici sottesi alla richiesta di accesso e la loro corrispondenza funzionale rispetto alla ratio ed alle finalità pubblicistiche dell’istituto correlate all’esigenza di favorire un controllo democratico sull’attività amministrativa [sulla questione e sui diversi indirizzi in campo vedi Scheda SOGGETTI ATTIVI (accesso civico)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Sicilia Catania - Sentenza n. 2532 del 26/09/2022

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (Limitazioni relative a tutela di interessi privati) (Procedimento - Istanza generica)

Va annullato il diniego dell'istanza di accesso civico generalizzato all’offerta presentata in una gara d’appalto da imprese concorrenti motivato genericamente con l’esistenza di segreti tecnici e commerciali ex art. 5-bis, comma 2, D.Lgs. 50/2016 non illustrate e non chiarite dall'Amministrazione, con conseguente ordine alla stessa di esibire detta documentazione [vedi Schede Limitazioni relative a tutela di interessi privati (art. 5-bis comma 2 D.Lgs. 33/2013)].
Per il T.A.R. non può invece essere accolta, perché generica ed in contrasto con l’art. 5, comma 3, D.Lgs. 33/2013, l’istanza di accesso civico generalizzato “alle certificazioni ed alla documentazione acquisita dalla stazione appaltante per verificare la sussistenza di tutti i requisiti di legge” in capo all’aggiudicataria di un appalto [vedi Scheda Fase di iniziativa (accesso civico)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 12139 del 26/09/2022

TUTELA GIUDIZIALE DAVANTI AL G.A.(Termine per il ricorso - Reiterazione dell'istanza di accesso) (Potere di decisione del G.A.)

La mancata impugnazione del diniego nel termine processuale di 30 giorni non consente la reiterazione dell'istanza di accesso documentale ex L. 241/90 e la conseguente impugnazione del successivo atto meramente confermativo del precedente diniego. Ma se la nuova istanza contiene anche una nuova prospettazione giuridica dell'istanza (ad esempio in termini di accesso civico generalizzato ex D.Lgs. 97/2016), la P.A. ha il dovere di provvedere motivatamente su questa nuova istanza e l'eventuale diniego può essere impugnato davanti al G.A. [vedi Scheda Termine per il ricorso].
Dichiarato illegittimo per difetto di motivazione un diniego di accesso civico generalizzato agli atti di una procedura contrattuale, il G.A. rimette alla P.A. il riesame dell’istanza al fine di verificare eventuali limitazioni ex art. 5-bis D.Lgs. 33/2013 [vedi Scheda Potere di decisione del G.A.].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Campania Napoli - Sentenza n. 5937 del 26/09/2022

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (Titoli edilizi)

E' legittimo il provvedimento di accoglimento dell'istanza di accesso civico generalizzato agli atti di una pratica edilizia, atteso che, anche in vigenza del D.P.R. 380/2001 (T.U. Edilizia), l'ordinamento prevede la completa ostensibilità dei titoli edilizi e della relativa documentazione  [sulla questione vedi Scheda Accesso civico generalizzato ai titoli edilizi].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 12129 del 23/09/2022

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) (Accesso endoprocedimentale)

L’emittente televisivo che ha partecipato alla procedura indetta dal MISE per l’attribuzione della numerazione dei canali della televisione digitale terrestre ha diritto ex L. 241/90 di accedere a tutti gli atti della procedura (domande di partecipazione delle altre partecipanti, verbali di valutazione e di attribuzione dei punteggi, ecc.), fatto salvo l’oscuramento di quelle parti dei documenti contenenti segreti commerciali e industriali rispetto ai quali non trovi prevalenza l’accesso difensivo ex art. 24, comma 7, L. 241/90 [vedi Scheda Accesso endoprocedimentale (o partecipativo) ex art. 10 L. 241/90].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Calabria Reggio Calabria - Sentenza n. 630 del 23/09/2022

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DEI PROCEDIMENTI EDILIZI

Il comproprietario di un appartamento, che assume che sul fondo attiguo è stato realizzato un manifatto senza rispettare le distanze minime tra le costruzioni, ha diritto di accedere ai titoli edilizi sulla base dei quali sono state realizzate tali opere ed ai provvedimenti di demolizione eventualmente adottati dal Comune, atteso che il requisito della vicinitas attribuisce al richiedente, già in virtù di tale posizione, la legittimazione soggettiva all'accesso ex L. 241/90 [vedi Scheda ACCESSO AGLI ATTI DEI PROCEDIMENTI EDILIZI].
L'esistenza di un'indagine penale non implica, di per sè, l'inostensibilità degli atti che in qualsiasi modo risultinmo connessi con i fatti oggetto di indagine [vedi Scheda Segreto istruttorio penale].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Toscana Firenze - Sentenza n. 1019 del 22/09/2022

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE CONTRATTUALI (Segreti tecnici e commerciali)

Ai fini della prova della sussistenza di un “segreto tecnico e commerciale” contenuto nell’offerta ex art. 53, comma 5, D.Lgs. 50/2016, è irrilevante il fatto che lo stesso richiedente abbia a sua volta reso una dichiarazione preventiva in sede di gara non diversa da quella resa dall’aggiudicataria in sede di opposizione all’istanza di accesso, trattandosi di un comportamento che non può valere ad integrare una qualche rinuncia preventiva all’esercizio del diritto di accesso [vedi Scheda Esclusioni (accesso agli atti delle procedure contrattuali)].
 

Leggi Tutto

Consiglio Giustizia Amministrativa Sicilia - Sentenza n. 963 del 22/09/2022

OGGETTO (L. 241/90 - Atti afferenti alla funzione giurisdizionale

L’accesso al fascicolo processuale non è equiparabile all’accesso ai documenti amministrativi perché gli atti processuali non sono atti amministrativi. Gli atti processuali non sono suscettibili di accesso perché nessuna norma lo prevede, e il soggetto interessato può acquisirli dal privato che li ha formati solo con il suo consenso, secondo le regole del diritto civile (il C.G.A Sicilia conferma la decisione di primo grado che aveva negato al terzo l'accesso telematico al fascicolo processuale) [vedi Scheda Atti afferenti alla funzione giurisdizionale].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Campania Napoli - Sentenza n. 5850 del 21/09/2022

TUTELA GIUDIZIALE DAVANTI AL G.A. (Silenzio sull'istanza di accesso civico)

Il T.A.R. aderisce all'indirizzo giurisprudenziale per il quale avverso il silenzio della P.A. sull'istanza di accesso civico è proponibile ricorso ex art. 117 Codice Processo Amministrativo, sì che il G.A., dichiarata l'illegittimità del silenzio inadempimento, ordina all'Amministrazione di provvedere sull'istanza [per i due diversi indirizzi sul punto vedi Scheda Tutela giudiziale davanti al Giudice Amministrativo].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato - Sentenza n. 8106 del 20/09/2022

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) - Diritto alla riservatezza (Dati personali semplici)

Il pubblico dipendente che ha impugnato il provvedimento di trasferimento della sua sede lavorativa ha diritto di accedere a tutti gli atti del relativo procedimento, comprese le relazioni e le dichiarazioni rese dai suoi sottoposti nel corso del procedimento ispettivo sulla base del quale è stato adottato il provvedimento di trasferimento, trattandosi di “dati personali” semplici rispetto ai quali prevale l’accesso difensivo ex art. 24, comma 7, L. 241/90. D'altra parte, ove si riconoscesse l’anonimato del pubblico ufficiale nell’esercizio dell’attività amministrativa, esso si risolverebbe in un inammissibile privilegio, in contrasto con gli artt. 24 e 28 della Costituzione, in quanto inciderebbe sul pieno esercizio del diritto alla tutela giurisdizionale nei confronti dei pubblici dipendenti [vedi Scheda Dati personali semplici].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Abruzzo L'Aquila - Sentenza n. 353 del 19/09/2022

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Segreto istruttorio penale)

Va accolta l’istanza con cui il destinatario di un’ordinanza di demolizione e ripristino di opere edilizie chiede di accedere agli atti del relativo procedimento e ciò quand’anche l’Ufficio Urbanistica del Comune abbia trasmesso gli atti alla competente Procura della Repubblica per valutare la sussistenza di eventuali reati, atteso che l’esistenza di un’indagine penale non implica di per sé il segreto istruttorio penale ex art. 329 c.p.p. e l’istanza è volta ad accedere agli atti amministrativi relativi all’ordinanza di demolizione e non già agli atti di indagine della Polizia giudiziaria [vedi Scheda Segreto istruttorio penale].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Latina - Sentenza n. 738 del 17/09/2022

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DEI PROCEDIMENTI EDILIZI

Per il T.A.R. il requisito della vicinitas attribuisce, di per sè, al proprietario di un immobile la legittimazione ad accedere agli atti ed ai documenti del procedimento abilitativo delle attività edilizie del confinante e quindi anche agli atti adottati dal Comune a seguito di un esposto presentato dallo stesso richiedente in merito ad un presunto abuso edilizio del vicino [per i diversi indirizzi giurisprudenziali sulla dibattuta questione vedi Scheda ACCESSO AGLI ATTI DEI PROCEDIMENTI EDILIZI].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Campania Napoli - Sentenza n. 5740 del 15/09/2022

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (SOGGETTI ATTIVI) (OGGETTO) (PROCEDIMENTO - Istanze massive)

In presenza dei presupposti di legge, l'accesso civico generlizzato va riconosciuto anche quando tale diritto è invocato per la tutela della propria posizione personale [sulla questione vedi Scheda SOGGETTI ATTIVI (accesso civico)].
Per il T.A.R. va accolta l’istanza di accesso civico generalizzato alle informazioni relative ai biglietti venduti ai visitatori del Gran Cono del Vesuvio in un determinato periodo temporale, che può essere soddisfatta mediante trasmissione di un report di dati estratti dalla piattaforma informatica di biglietteria gestita in appalto da un’impresa terza [vedi Scheda OGGETTO (accesso civico)].
Non è, invece, accoglibile l'istanza di accesso civico generalizzato volta ad ottenere le credenziali per accedere direttamente alla piattaforma informatica di biglietteria, giacchè tale modalità di acquisizione dei dati si risolverebbe in un controllo massivo di un numero cospicuo ed indeterminato di informazioni, con indebite interfenze sull'espletamento del servizio di biglietteria [vedi Scheda Fase di iniziativa (accesso civico)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Abruzzo L'Aquila - Sentenza n. 350 del 15/09/2022

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE CONTRATTUALI (Titolarità attiva)

Aderendo all'indirizzo più estensivo (strumentalità dell'accesso in senso ampio), il T.A.R. riconosce ad un'impresa che ha partecipato ad una gara collocandosi quarta in graduatoria e che contesta la fase di verifica dell’anomalia dell’offerta dell’aggiudicataria la legittimazione ad accedere agli atti della procedura a prescindere dalla esistenza di una controversia giurisdizionale e dalle sue chances di esperire vittoriosamente un ricorso [vedi Scheda ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE CONTRATTUALI].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato - Sentenza n. 7896 del 12/09/2022

OGGETTO (L. 241/90) (

Spetta alla P.A., personamente (e non a mezzo del difensore), assumersi la responsabilità di dichiarare l'inesistenza (originaria o sopravvenuta) dei documenti richiesti, specificando puntualmente le ragioni per le quali detti documenti non sono più detenuti dalla stessa [vedi Scheda OGGETTO (L. 241/90)].
Una volta appurata l’inesistenza dei documenti richiesti, il G.A. deve prenderne atto, rigettando il ricorso per carenza dell’oggetto del diritto azionato [vedi Scheda Potere di decisione del G.A.].
Ai sensi dell’art. 2-bis, comma 2, D.Lgs. 33/2013, l'accesso civico generalizzato non può essere esercitato nei confronti di RAI s.p.a., in quanto società in controllo pubblico che ha emesso strumenti finanziari quotati in mercati regolamentati [vedi Scheda SOGGETTI PASSIVI (accesso civico)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Sicilia Catania - Sentenza n. 2375 del 09/09/2022

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (OGGETTO) (LIMITAZIONI)

Va accolta l’istanza di accesso civico generalizzato di un sindacato delle professioni infermieristiche volta a conoscere dall’Ordine professionale il numero di infermieri sospesi dal servizio per non essersi sottoposti a vaccinazione anti Covid 19, << considerato che, a ben vedere, tale richiesta non comporta alcuna onerosa attività di elaborazione dati >> [vedi Scheda OGGETTO (accesso civico)].
E' illegittimo il diniego dell’istanza di accesso civico generalizzato volta a conoscere dall’Ordine professionale il numero di infermieri sospesi dal servizio per non essersi sottoposti a vaccinazione anti Covid 19 e genericamente motivato con presunte esigenze di “ordine pubblico” (rappresentate del fatto che la divulgazione sarebbe potenzialmente idonea a far sorgere dubbi sul corretto funzionamento del sistema sanitario pubblico) [vedi Scheda Limitazioni relative (art. 5-bis c. 1 e 2 D.Lgs. 33/2013)].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato - Sentenza n. 7874 del 09/09/2022

QUALIFICAZIONE DELL'ISTANZA DI ACCESSO - ACCESSO AI DATI SANITARI - TUTELA GIUDIZIALE DAVANTI AL G.A. (Contenuto del ricorso)

Anche se l'istanza di accesso viene presentata utilizzando il modulo standard dell’accesso civico generalizzato messo a disposizione dell’Ente, l’istanza va qualificata come accesso documentale ex L. 241/90 se,al di là dell’errore di qualificazione dell’istante, è chiaro che è intesa a far valere un rapporto qualificato da una posizione giuridica tutelata dall’ordinamento, come il diritto di agire in giudizio per il risarcimento del danno (fattispecie in cui la moglie di una persona deceduta aveva chiesto alla ASL l’accesso alla documentazione sanitaria del marito per la tutela giudiziale dei propri diritti di erede) [vedi Scheda  Qualificazione dell'istanza di accesso].
Va accolta l’istanza di accesso documentale ex L. 241/90 alla documentazione inerente alla pratica istruita a seguito di una richiesta di risarcimento danni inoltrata dal coniuge di un paziente deceduto, con particolare riferimento alla perizia medico-legale interna [sulla complessa questione vedi Scheda ACCESSO AI DATI SANITARI].
In considerazione della natura peculiare del rito sull’accesso vertente non già sull’atto, ma sul rapporto, ovvero sulla esistenza o meno del diritto di accesso, l’onere di motivazione del ricorso ex art. 116 c.p.a. è meno stringente di quello richiesto per il rito ordinario [vedi Scheda  Tutela giudiziale davanti al Giudice Amministrativo].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 11507 del 06/09/2022

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Accesso difensivo ex art. 24 comma 7 L. 241/90)

Accedendo all'indirizzo più restrittivo che valuta la "necessità di difesa" ex art. 24, comma 7, L. 241/90 "in concreto", il T.A.R.  ritiene che il soggetto sottoposto ad un procedimento sanzionatorio da parte dell’Autorità antitrust non ha diritto di accedere al curriculum vitae ed al provvedimento di nomina del responsabile del procedimento al fine di verificare la sussistenza di eventuali conflitti di interesse, se detta circostanza sia prospettata in via del tutto ipotetica, senza allegare e dimostrare alcuna condizione in tal senso [per i diversi orientamenti in merito, vedi Scheda Accesso difensivo (art. 24 comma 7 L. 241/90)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Campania Napoli - Sentenza n. 5639 del 05/09/2022

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Accesso difensivo ex art. 24 comma 7 L. 241/90) - ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (Limitazioni relative a tutela di interessi privati)

L’istanza di accesso documentale ex L. 241/90 agli atti di nomina di un dipendente regionale a verificatore in una causa pendente davanti al G.A., proposta da una delle parti processuali al fine di verificare l’insussistenza di cause di incompatibilità ex art. 19 c.p.a., non può essere respinta dalla Regione assumendo l’insussistenza di cause di incompatibilità [vedi Scheda Accesso difensivo (art. 24 comma 7 L. 241/90)].
Detta istanza va accolta anche quale accesso civico generalizzato ex D.Lgs. 97/2016, in considerazione della natura degli atti richiesti comportanti una spesa a carico dell’erario [vedi Scheda Casistica di limitazioni ex art. 5-bis comma 2 lett. a) D.Lgs. 33/2013].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Campania Napoli - Sentenza n. 5601 del 05/09/2022

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) (Legittimazione del denunciante e del denunciato - Accesso alle chiamate telefoniche di segnalazione di sinistri)

La compagnia assicurativa chiamata a rispondere civilmente del comportamento posto in essere dall’autore del sinistro ha diritto di accedere alla registrazione/trascrizione della richiesta di intervento pervenuta alla centrale operativa del 118 della ASL, onde valutare i presupposti per il pagamento dell’indennizzo, ma l’accesso non è consentito per quelle parti della documentazione contenente dati personali di soggetti terzi estranei alla vicenda, rispetto ai quali non sussiste una necessità difensiva ex art. 24, comma 7, L. 241/90 e la cui tutela può essere garantita mediante apposizione di omissis [vedi Scheda Legittimazione del denunciante e del denunciato nei procedimenti ispettivi, sanzionatori e disciplinari].
 

Leggi Tutto

Pagina 3 di 73