Archivio Giurisprudenza

Pagina 1 di 46

Consiglio di Stato sez. V - Sentenza n. 3345 del 26/05/2020

DISCIPLINE SPECIALI - DIRITTO DI INFORMAZIONE DEI CONSIGLIERI COMUNALI, PROVINCIALI E REGIONALI

La V Sezione del Consiglio di Stato (Pres. Severini; Est. Di Matteo) conferma che il Consigliere regionale non ha il diritto di ottenere le credenziali di accesso diretto al sistema informatico di protocollazione e conservazione dei documenti amministrativi in formato digitale afferenti all'"Area Contabile e Patrimonio" (conferma T.A.R. Campobasso 2019/285) [per l'approfondimento della questione, vedi Scheda su Diritto di informazione dei Consiglieri comunali, provinciali e regionali].

Leggi Tutto

T.A.R. Campania Salerno - Sentenza n. 583 del 25/05/2020

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO

Sono ostensibili mediante accesso civico generalizzato gli atti, i dati e le informazioni riguardanti i contributi e finanziamenti erogati negli ultimi 5 anni da un Comune ai sensi della Legge 219/1981 (riguardante gli interventi in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del novembre 1980 e del febbraio 1981), comprensivi dei pagamenti erogati e dell’elenco degli aventi diritto, trattandosi di informazioni la cui conoscenza favorisce il controllo sull’utilizzo delle risorse pubbliche, a fronte del quale non sussistono limitazioni di interesse pubblico o privato [vedi Scheda su Casistica di limitazioni ex art. 5-bis comma 2 D.Lgs. 33/2013].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Liguria Genova - Sentenza n. 309 del 21/05/2020

NATURA GIURIDICA DEL DIRITTO DI ACCESSO (Imprescrittibilità)

Qualsiasi sia la natura giuridica del diritto di accesso (interesse legittimo o diritto soggettivo), esso non si prescrive per il suo mancato esercizio [per le ragioni vedi Scheda su Natura giuridica del diritto di accesso].

Leggi Tutto

T.A.R. Sicilia Catania - Sentenza n. 1098 del 19/05/2020

OGGETTO (L. 241/90) - Diritto di accesso e diritto di informazione

Accedendo ad una nozione ampia di "documento", è accoglibile l’istanza di accesso documentale ex L. 241/90 presentata al Ministero dell’Istruzione da un docente precario aspirante all’assunzione a tempo indeterminato, volta a conoscere il numero dei pensionamenti avvenuti in un determinato arco temporale, nonché il conseguente numero dei posti divenuti vacanti e resi disponibili [per le diverse concezioni della nozione di "documento" vedi Scheda su Oggetto (L. 241/90)].

Leggi Tutto

Consiglio di Stato sez. V - Sentenza n. 3176 del 19/05/2020

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Accesso difensivo ex art. 24 comma 7 L. 241/90)

Il dirigente amministrativo che percepisce la retribuzione di risultato non ha diritto di accedere alle schede di valutazione della performance dei suoi colleghi al fine di verificarne l’omogeneità con la sua posizione, neppure se questa è oggetto di contestazione, atteso che ogni valutazione resta autonoma ed implica un certo grado di discrezionalità amministrativa [per la controversa questione dell'accesso difensivo volto alla verifica di situazioni di "disparità di trattamento", vedi Scheda su Accesso difensivo (art. 24 comma 7 L. 241/90)].

Leggi Tutto

T.A.R. Sicilia Catania - Sentenza n. 1053 del 15/05/2020

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Accesso difensivo ex art. 24 comma 7 L. 241/90)

Il T.A.R. Catania conferma che anche quando le norme regolamentari prevedenti l’esclusione dell’accesso ai sensi dell’art. 24, comma 6, L. 241/90 non richiamano l’art. 24, comma 7, L. 241/90 (c.d. accesso difensivo), esse debbono essere interpretate in senso non strettamente letterale, giacché altrimenti sorgerebbero dubbi sulla loro legittimità per contrasto con i principi della Legge (fattispecie relativa all'accesso agli atti del procedimento di scioglimento di un Consiglio comunale ai sensi dell’art. 143 D.Lgs. 267/2000) [per l'analisi della questione e dei vari indirizzi in campo, vedi Scheda su Accesso difensivo (art. 24 comma 7 L. 241/90)].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato sez. IV - Sentenza n. 3101 del 15/05/2020

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) - Attività diretta all'emanazione di atti normativi, amministrativi generali, di pianificazione e di programmazione (art. 24, comma 1 lett. c) L. 241/90)

L’art. 1, comma 1, lett. c) del D.P.C.M. n. 143/2011 (secondo il quale sono sottratti all’accesso “i documenti propedeutici alle deliberazioni del Comitato interministeriale per la programmazione economica, quali proposte e relative modifiche, valutazioni elaborazioni, ove non contenenti provvedimenti riguardanti singoli soggetti.”) va interpretato (in linea con l’art. 24, comma 1, lett. c L. 241/90) come escludente non già tutti gli atti infraprocedimentali del CIPE, ma soltanto quelli preordinati all’emanazione di atti normativi, amministrativi generali o programmatori: ne consegue che sono accessibili gli atti adottati dal CIPE nel procedimento di approvazione del progetto di un’opera pubblica [vedi Scheda su Procedimenti normativi, amministrativi generali, di pianificazione e di programmazione].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato sez. IV - Sentenza n. 3012 del 13/05/2020

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (LIMITAZIONI)

E' illegittimo il diniego opposto dal Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale all’istanza di accesso civico generalizzato agli atti attuativi di un’intesa intercorsa tra il suddetto Ministero e l’Organizzazione Internazione per le Migrazioni (organizzazione intergovernativa collegata all’ONU) prevedente un ingente finanziamento a fondo perduto per la gestione dei flussi migratori (in particolare il Piano attuativo e la rendicontazione delle attività svolte) in mancanza della dimostrazione, o quantomeno di una specifica allegazione, di un concreto pregiudizio alla stabilità delle “relazioni internazionali” ai sensi dell’art. 5-bis c. 1 D.Lgs. 33/2013; eventuali esigenze di riservatezza potranno essere garantite oscurando i nomi propri di persona e di aziende, nonché eventuali luoghi sensibili (riforma T.A.R. Roma 2019/12349) [vedi scheda su Accesso civico - Limitazioni relative a tutela di interessi pubblici (art. 5-bis, comma 1, D.Lgs. 33/2013)].

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 4923 del 11/05/2020

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO ALLE INFORMAZIONI AMBIENTALI

Costituisce “informazione ambientale” ex art. 2 D.Lgs. 195/2005 ed è pertanto ostensibile il parere legale acquisito e citato dal Ministero dell’Ambiente nell’ambito di un procedimento di verifica sulla assoggettabilità di una infrastruttura (gasdotto) alla procedura di VIA e di VAS, trattandosi di atto svolgente una funzione istruttoria nell’ambito di un procedimento di rilievo ambientale [vedi Scheda su Accesso alle informazioni ambientali].

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 4825 del 08/05/2020

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) - Diritto alla riservatezza (persone decedute)

Il nipote di una persona defunta, interessato a far valere i propri diritti ereditari nascenti dal testamento lasciato dal de cuius, ha diritto di accedere alla cartella clinica relativa al ricovero dello stesso presso una struttura ospedaliera, trattandosi di soggetto titolare di un interesse riconosciuto dall’art. 2 terdecies, comma 1, del D.Lgs. 196/2003 (Codice per la protezione dei dati personali) [per il diritto di accesso ai documenti contenenti dati personali di persone decedute vedi Scheda su Diritto alla riservatezza (L. 241/90)].

Leggi Tutto

T.A.R. Campania Napoli - Sentenza n. 1672 del 07/05/2020

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) - Soggetti portatori di interessi collettivi e diffusi

Un’associazione di consumatori che ha, tra i suoi scopi statutari, anche quello di verificare gli standard di qualità nella erogazione dei servizi pubblici ha diritto ex L. 241/90 di accedere all’allegato di un contratto di servizio stipulato tra la Regione e Trenitalia contenente i parametri di qualità del servizio di trasporto erogato ed ai dati del relativo monitoraggio, in quanto soggetto portatore di interessi collettivi e diffusi legislativamente legittimato all'accesso dall’art. 2, comma 461, L. 244/2007 [vedi Scheda su Soggetti portatori di interessi collettivi e diffusi]; nè alcun rilievo può assumere la "clausola di riservatezza" contenuta nel contratto di servizio stipulato dalla Regione e Trenitalia s.p.a., che impegna soltanto le parti stipulanti [per la valenza delle c.d. "clausole di riservatezza", vedi Scheda su Limitazioni di fonte negoziale].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lombardia Milano - Sentenza n. 745 del 06/05/2020

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE CONTRATTUALI (Segreti tecnici e commerciali)

Il T.A.R. Milano ribadisce la sua giurisprudenza in tema di ostensione dell'offerta ex art. 53, comma 6, del Codice dei contratti mediante semplice presa visione (senza estrazione di copia), inq uanto soluzione in grado di contemperare gli opposti interessi in gioco (interesse conoscitivo del richiedente ed interesse al segreto commerciale dell’impresa offerente) [per le modalità di ostensione degli atti di gara ed i diversi indirizzi giurisprudenziali, vedi Scheda su Limitazioni dell'ccesso agli atti delle procedure contrattuali].

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 4693 del 05/05/2020

SOGGETTI PASSIVI (L. 241/90) (SOGGETTI PRIVATI - Federazioni sportive)

Va accolta l’istanza di accesso documentale ex L. 241/90 presentata da un tecnico tesserato di una federazione sportiva volta ad ottenere copia del verbale del Consiglio federale e della registrazione della relativa seduta in cui si è deciso l’elenco degli atleti e dei tecnici ammessi a partecipare ad una manifestazione formativa, essendo quest’ultima afferente allo svolgimento delle funzioni istituzionali di tipo pubblicistico perseguite dal Coni tramite le Federazioni sportive [vedi Scheda su Casistica di soggetti di privato esercenti "attività di pubblico interesse"].

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 4660 del 05/05/2020

OGGETTO (L. 241/90)

Costituiscono atti endoprocedimentali, che possono perciò formare oggetto di accesso documentale ex L. 241/90, anche gli atti intercorsi con la Commissione europea ai fini della verifica di compatibilità comunitaria delle misure assunte nei confronti delle imprese (fattispecie relativa ad un procedimento di rinegoziazione del piano economico finanziario di una concessione autostradale ex art. 1, comma 183, L. 228/2012) [vedi Scheda su Oggetto (L. 241/90) - Atti interni].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 4608 del 04/05/2020

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Segreto istruttorio penale)

E' coperto da segreto istruttorio penale ex art. 329 c.p.p. il verbale redatto da agenti di pubblica sicurezza di identificazione delle persone occupanti abusivamente un immobile, successivamente trasmesso alla Procura della Repubblica come “informativa di reato”; ne consegue che detto verbale rimane sottratto all’accesso anche al proprietario dell’immobile [vedi Scheda su Segreto istruttorio penale].

Leggi Tutto

T.A.R. Sicilia Catania - Sentenza n. 926 del 04/05/2020

DISCIPLINE SPECIALI - DIRITTO DI INFORMAZIONE DEI CONSIGLIERI COMUNALI, PROVINCIALI E REGIONALI

Il T.A.R. ribadisce che il Consigliere comunale ha diritto,, ai sensi dell'art. 42 del TUEL, di ottenere una password per accedere al protocollo informatico dell’Ente che gli consenta di individuare i dati di sintesi della documentazione protocollata, onde poter selezionare gli atti di cui chiedere l’esibizione, ma non ha il diritto di accedere direttamente al contenuto della documentazione [sulla questione vedi Scheda su Diritto di informazione dei Consiglieri comunali, provinciali e regionali].

Leggi Tutto

T.A.R. Veneto Venezia - Sentenza n. 397 del 30/04/2020

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Accesso difensivo ex art. 24 comma 7 L. 241/90) - TUTELA GIUDIZIALE DAVANTI AL G.A. (Ricorso incidentale ex art. 116 comma 2 c.p.a.)

Aderendo all'indirizzo secondo il quale la necessità di difesa ex art. 24, comma 7, L. 241/90 va valutata "in astratto", senza entrare nel merito della pretesa giudiziale e delle strategie difensive dell’interessato, il T.A.R. decide che l’impresa che ha adito il G.A. per vedersi accertare il diritto all’assegnazione di un’area PEEP e per ottenere il risarcimento del danno nei confronti di un Comune ha diritto di accedere alla polizza assicurativa attivata da detto Ente per la sua responsabilità civile patrimoniale [vedi Scheda su Accesso difensivo (art. 24 comma 7 L. 241/90)].

Leggi Tutto

T.A.R. Veneto Venezia - Sentenza n. 393 del 29/04/2020

DISCIPLINE SPECIALI - DIRITTO DI INFORMAZIONE DEI CONSIGLIERI COMUNALI, PROVINCIALI E REGIONALI

Se il Consigliere comunale richiede copia cartacea di determinati documenti nonostante la possibilità di prenderne visione mediante strumenti informatici, l’Ente è tenuto a rilasciare la copia se detta istanza è seriamente motivata con la difficoltà ad utilizzare gli strumenti informatici (nel caso di specie trattavasi di un Consigliere non vedente che, per l’audio lettura dei documenti in formato digitale, avrebbe dovuto sopportare il costo per l’acquisto di uno screen reader e di una difficile attività di apprendimento) [vedi Scheda su Diritto di informazione dei Consiglieri comunali, provinciali e regionali].

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 4381 del 29/04/2020

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (LIMITAZIONI)

E' accoglibile l’istanza di accesso civico generalizzato presentata da un’associazione volta ad ottenere tutti i dati relativi alle strutture di accoglienza dei richiedenti protezione internazionale (denominazione, sede, tipologia, soggetto gestore, modalità di affidamento della gestione e relativi costi, ecc.), siccome estrapolabili dal Sistema Informatico dell’Accoglienza istituito presso il Dipartimento della pubblica sicurezza del Ministero dell’Interno, ai sensi dell’art. 12, comma 9-septies, D.Lgs. 286/1998 [vedi Scheda su Casistica di limitazioni ex art. 5-bis comma 2 D.Lgs. 33/2013].

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 4212 del 27/04/2020

SOGGETTI PASSIVI (L. 241/90) (SOGGETTI PRIVATI - Gestori di pubblico servizio - ANAS spa)

Il dipendente Anas che partecipa ad una selezione interna per la copertura di una posizione lavorativa ha diritto di accedere a tutti gli atti della procedura, ancorchè essa sia stata svolta secondo canoni privatistici e non concorsuali, in quanto l’attività di selezione del personale è strumentale alla gestione del pubblico servizio [per un'ampia casistica vedi Scheda su Casistica di soggetti privati esercenti "attività di pubblico interesse"].

Leggi Tutto

T.A.R. Emilia Romagna Bologna - Sentenza n. 250 del 27/04/2020

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90)

Nel caso in cui il richiedente citi entrambe le normative sul diritto di accesso ex L. 241/90 ed ex D.Lgs. 33/2013 e motivi l’istanza indicando l’interesse diretto, concreto ed attuale corrispondente ad una situazione giuridicamente tutelata, l’istanza va qualificata come di accesso documentale ex L 241/90 [vedi Scheda su Qualificazione dell'istanza di accesso].
L’art. 22, comma 1, L. 241/90 richiede che la situazione giuridicamente tutelata sottesa all'interesse ostensivo debba essere “collegata” ai documenti richiesti [vedi Scheda su Soggetti attivi (L. 241/90)].
IL CASO. Un soggetto che ritiene di avere subito un grave danno alla sua reputazione per effetto di un servizio televisivo messo in onda dalla trasmissione "Le Iene", a cui ha preso attivamente parte un ricercatore in servizio presso una Università, chiede a quest'ultima di accedere ex L. 241/90 agli atti del procedimento di reclutamento del predetto ricercatore. Il T.A.R. respinge l'istanza per mancanza di un "collegamento" tra la situazione giuridicamente tutelata (diritto alla reputazione) ed i documenti richiesti.
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato sez. IV - Sentenza n. 2496 del 20/04/2020

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (LIMITAZIONI)

La IV Sezione del Consiglio di Stato (Pres. Poli; Est. Carluccio) conferma la legittimità del diniego dell’istanza di accesso civico generalizzato volta ad acquisire dal Comando generale della Guardia di Finanza i dati del “Sistema informativo sugli impieghi delle risorse umane” (contenenti il numero delle ore/persone effettivamente impiegate da tutto il personale del Corpo, distinto per missioni/funzioni), atteso che la diffusione di tali dati arrecherebbe un concreto pregiudizio alla  sicurezza pubblica ed all’ordine pubblico, alla sicurezza nazionale, alla difesa e questioni militari ex art. 5-bis , comma 1, D.Lgs. 33/2013, tenuto conto che la Guardia di Finanza costituisce un corpo di polizia ad ordinamento militare e che la conoscenza delle modalità di impiego del personale può costituire un concreto pericolo per la tutela dei predetti interessi pubblici [vedi Scheda su Accesso civico generalizzato - Limitazioni relative a tutela di interessi pubblici (art. 5-bis comma 1 D.Lgs. 33/2013)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Marche Ancona - Sentenza n. 213 del 14/04/2020

TUTELA GIUDIZIALE DAVANTI AL G.A.

Il T.A.R. Marche conferma che se il Giudice, accogliendo il ricorso contro l'illegittimo diniego dell'istanza di accesso, accerta l'esistenza di "controinteressati" a cui la P.A. non ha inviato la notifica ex art. 3 D.P.R. 184/2006, non può immediatamente condannare la stessa ad ostendere i documenti, ma deve limitarsi ad ordinare l'incombente procedimentale, rimettendo alla stessa il bilanciamento e la ponderazione degli interessi contrapposti, in applicazione dei criteri legali stabili dall’art. 24, comma 7, L. 241/90 e dal Codice privacy [vedi Scheda su Tutela giudiziale davanti al G.A.].

Leggi Tutto

Consiglio di Stato Sez. VI - Sentenza n. 2158 del 09/04/2020

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Accesso difensivo ex art. 24 comma 7 L. 241/90)

Leggi Tutto

Consiglio di Stato sez. IV - Sentenza n. 2302 del 06/04/2020

OGGETTO (L. 241/90) (Detenzione del documento).

Riformando la sentenza di primo grado, la IV Sezione del Consiglio di Stato (Pres. Maruotti; Est. Conforti) precisa che l'Agenzia delle Entrate "detiene" le fatture elettroniche che transitano attraverso il "sistema interscambio" soltanto se il contribuente si avvale del servizio gratuito di conservazione delle fatture messo a disposizione dalla stessa Agenzia; in ogni altro caso, essa non "detiene" le fatture elettroniche, ma dispone solamente di un elenco (schemata riepilogativa) contenente i dati essenziali delle fatture [per il concetto di "detenzione del documento" vedi Scheda su Oggetto (L. 241/90)].

Leggi Tutto

Pagina 1 di 46