Archivio Giurisprudenza

Pagina 1 di 59

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 9877 del 22/09/2021

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE CONTRATTUALI (Segreti tecnici e commerciali)

Non costituisce motivazione sufficiente ad opporsi all’accesso all’offerta tecnica ed alle relative giustificazioni la dichiarazione dell’aggiudicatario secondo la quale “l’offerta .. costituisce il “saper fare” maturato in anni di attività >>, con l'elencazione delle parti del progetto contenenti << numerosi elementi che si configurano quali segreti tecnici-commerciali >> [vedi Scheda su Esclusioni (accesso agli atti delle procedure contrattuali)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Sicilia Catania - Sentenza n. 2814 del 20/09/2021

TUTELA GIUDIZIALE DAVANTI AL G.A.

E' inammissibile il ricorso preordinato all’ostensione di documenti ulteriori rispetto a quelli richiesti a mezzo dell’istanza di accesso respinta, atteso che, in difetto di un’istanza di accesso e di una conseguente decisione reiettiva, l’impugnazione manca del suo oggetto formale [vedi Scheda su Tutela giudiziale davanti al Giudice Amministrativo].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Campania Napoli - Sentenza n. 5937 del 20/09/2021

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO ALLE INFORMAZIONI AMBIENTALI (Oggetto - Procedimento)

Va accolta la domanda di accesso ex D.Lgs. 159/2005 alle “informazioni ambientali” riguardanti gli impianti domestici a biomassa presenti in Regione ed al catasto regionale degli impianti termici, nonchè alle relazioni sulle attività svolte e sui risultati conseguiti in tema di inquinamento atmesferico che le Autorità territoriali competenti (Comuni e Province) sono tenute a trasmettere alla Regione [vedi Scheda su Accesso alle informazioni ambientali su richiesta]. Anche ne procedimento di accesso alle informazioni ambientali vale la regola della irrilevanza del riparto di competenza degli uffici all’interno dell’Ente, in quanto il soggetto giuridico destinatario della domanda è l’Ente nel suo complesso [vedi Scheda su Procedimento (accesso alle informazioni ambientali)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Puglia Bari - Sentenza n. 1369 del 16/09/2021

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (PROCEDIMENTO - Fase di iniziativa)

Non sono ammesse istanze di accesso civico "seriali", che costringono l'Amministrazione ad uno "sforzo straordinario" diretto ad aggravarne l'ordinaria attività (nel caso di specie il richiedente aveva presentato sedici richieste di accesso civico generalizzato nell’arco di tempo di una settimana) [vedi Scheda su Fase di iniziativa (accesso civico)].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato sez. II - Sentenza n. 6303 del 15/09/2021

PROCEDIMENTO (L. 241/90) (Fase di iniziativa - Istanza generica)

Per la 2^ Sezione del Consiglio di Stato non può essere accolta l'istanza di accesso documentale avente finalità "esplorativa", che ha ad oggetto atti o documenti amministrativi "eventualmente" esistenti [vedi Scheda su Fase di iniziativa].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Friuli Venezia Giulia Trieste - Sentenza n. 267 del 13/09/2021

PROCEDIMENTO (L. 241/90) (Fase di iniziativa - Istanza generica) (Fase istruttoria - Comunicazione ex art. 10-bis L. 241/90)

Il T.A.R. conferma che l'art. 10-bis L. 241/90 (che prevede la comunicazione dei motivi ostativi all'accoglimento dell'istanza) non si applica al procedimento di accesso [vedi Scheda su Procedimento (L. 241/90) - Fase istruttoria] e ritiene "generica" - e quindi non accoglibile - un'istanza di accesso ad "eventuali atti" adottati dall'Amministrazione nell'ambito di un procedimento, in quanto meramente "esplorativa" [vedi Scheda su Fase di iniziativa].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Marche Ancona - Sentenza n. 648 del 08/09/2021

OGGETTO (L. 241/90) - Attività di gestione straordinaria e temporanea ex art. 32 D.L. 90/2014

L’impresa aggiudicataria di un contratto pubblico sottoposta alla misura della "gestione straordinaria e temporanea" ex art. 32 DL 90/2014 (Misure straordinarie di gestione, sostegno e monitoraggio di imprese nell'ambito della prevenzione della corruzione) ha diritto di accedere alla rendicontazione della gestione redatta dagli amministratori straordinari e ciò anche se la procedura non si è ancora conclusa (nel caso di speciesi erano succeduti diversi amministratori straordinari i quali, a conclusione del loro incarico, avevano depositato la rendicontazione relativa all’attività da essi svolta [vedi Scheda su Oggetto (L. 241/90) - Atti di procedure concorsuali a tutela della par condicio creditorum].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato sez. III - Sentenza n. 6220 del 06/09/2021

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (PROCEDIMENTO - Fase di iniziativa)

Anche per l'accesso civico generalizzato vale il limite delle "istanze massive", che la P.A. può disattendere laddove risultino "eccessivamente onerose" in termini organizzativi e di carico di lavoro (nel caso di specie il Consiglio di Stato ha confermato la legittimità del diniego dell’istanza di accesso volta ad ottenere dal Ministero dell’Interno tutti i dati relativi al codice fiscale ed alla partita iva dei soggetti gestori dei centri di accoglienza per richiedenti asilo, in quanto il suo soddisfacimento, presupponente l’acquisizione di tali dati non immediatamente disponibili, sarebbe stata << eccessivamente onerosa per l’Amministrazione, al punto da paralizzarne l’attività ordinaria per lungo tempo, trattandosi di un numero considerevole. >> [la questione è ampiamnete trattata nella Scheda Fase di iniziativa (accesso civico)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 9463 del 01/09/2021

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90)

Colui che risiede in un immobile che confina con un’attività di macelleria e di preparazione cibi e che lamenta un pregiudizio per i forti rumori e per i fumi di cottura ha diritto di accedere a tutti gli atti autorizzativi l’esercizio di detta attività (licenza commerciale, autorizzazione sanitaria, ecc.) [vedi Scheda su Soggetti attivi (L. 241/90)].

 

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 9463 del 01/09/2021

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90)

Colui che risiede in un immobile che confina con un’attività di macelleria e di preparazione cibi e che lamenta un pregiudizio per i forti rumori e per i fumi di cottura ha diritto di accedere a tutti gli atti autorizzativi l’esercizio di detta attività (licenza commerciale, autorizzazione sanitaria, ecc.) [vedi Scheda su Soggetti attivi (L. 241/90)].

 

Leggi Tutto

T.A.R. Calabria Reggio Calabria - Sentenza n. 682 del 01/09/2021

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) - Diritto alla riservatezza (dati personali)

Colui che è legalmente separato ha diritto di ottenere dall’Inps, ai sensi dell’art. 24, comma 7, L. 241/90, il Cud o documento equipollente attestante le somme annualmente erogate all’ex coniuge a titolo previdenziale al fine di poter ottenere la modifica delle condizioni di separazione [vedi Scheda su Diritto alla riservatezza delle persone fisiche (L. 241/90)].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato sez. V - Sentenza n. 6143 del 01/09/2021

DISCIPLINE SPECIALI - DIRITTO DI INFORMAZIONE DEI CONSIGLIERI COMUNALI, PROVINCIALI E REGIONALI

E' illegittima la delibera con cui un Comune approva un’operazione societaria riguardante una società partecipata senza consentire ad un Consigliere (allontanatosi dalla seduta prima del voto) di conoscere i dettagli dell’operazione accedendo alla relazione tecnica sull’attività di due diligence contenente la valutazione dei rischi e dei vantaggi economici dell’operazione (conferma TAR Milano 2021/413).
Nell'occasione la V Sezione (Pres. Saltelli; Est. Grasso) ha precisato che: sul piano processuale non è opponibile al Consigliere ricorrente l’eccezione di inammissibilità del ricorso per difetto di interesse concreto per non avere fornito la “prova della resistenza”, perché la prospettazione della lesione dello jus officium (vizio che ha carattere formale e strumentale) è di per sé sufficiente ai fini della legittimazione a ricorrere; sul piano sostanziale, non è necessario indagare in merito alla legittimità sostanziale della delibera approvata, atteso che per un verso l’illegittimità è << conseguenza della violazione delle regole preordinate alla corretta formazione della volontà dell’organo consiliare >> e per altro verso in subiecta materia non è applicabile l’art. 21-octies L. 241/90 [vedi Scheda su Tutela processuale del diritto di informazione del Consigliere].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato sez. IV - Sentenza n. 6115 del 30/08/2021

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (LIMITAZIONI ASSOLUTE)

Rappresentano una limitazione "assoluta" dell’accesso civico generalizzato le norme che prevedono la inostensibilità degli atti oggetto di “segreto professionale” ai sensi dell’art. 2 D.P.C.M. 200/1996 (Regolamento recante norme per la disciplina di categorie di documenti dell’Avvocatura dello Stato sottratti al diritto di accesso) e delle norme di legge statale di cui detto Regolamento costituisce attuazione (artt. 622 c.p. e art. 200 c.p.p.) (nel caso di specie, secondo il Consiglio di Stato, trattavasi di "corrispondenza inerente" agli atti defensionali) (conferma TAR Roma 2021/748 ma con diversa motivazione) [vedi Scheda su Limitazioni assolute (art. 5-bis c. 3 D.Lgs. 33/2013)].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato sez. VI - Sentenza n. 6098 del 30/08/2021

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) - Diritto alla riservatezza (dati personali)

I dati relativi al trattamento economico-retributivo dei lavoratori costituiscono “dati personali” che possono essere divulgati soltanto in forma aggregata e non in forma nominativa, fatto salvo l’accesso difensivo ex art. 24, comma 7, L. 241/90 e ciò vale anche se il richiedente è un sindacato (nel caso di specie il Consiglio di Stato, in riforma della sentenza di primo grado, ha ritenuto non accoglibile l'istanza di accesso di un Sindacato alla documentazione relativa alla distribuzione delle risorse economiche oggetto di contrattazione integrativa decentrata comprensiva dei dettagli relativi ai compensi erogati ai singoli dipendenti, ritenendo sufficiente la comunicazione dei dati in forma aggregata, per tipologia di incarico e attività) [vedi Scheda su Diritto alla riservatezza delle persone fisiche (L. 241/90)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Sicilia Palermo - Sentenza n. 2482 del 24/08/2021

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DEI PROCEDIMENTI ELETTORALI

Per il T.A.R. il Consigliere comunale, nonché elettore, ha diritto di accedere alla dichiarazione di accettazione della candidatura, nonché alle altre dichiarazioni ed autocertificazioni presentate dal candidato proclamato Sindaco, non potendo l’Ufficio elettorale sindacare l’utilità dell’accesso [vedi Scheda su Accesso agli atti dei procedimenti elettorali].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Campania Napoli - Sentenza n. 5586 del 24/08/2021

OGGETTO (L. 241/90 - Atti afferenti alla funzione giurisdizionale - Atti del procedimento giurisdizionale davanti alla Corte dei Conti) - LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) ( Pareri legali)

Va accolta l’istanza di accesso difensivo ex art. 24, comma 7, L. 241/90 alla corrispondenza intercorsa tra la Regione e la Procura della Corte dei Conti in merito ad un presunto inadempimento del concessionario di un impianto sportivo, se non risulta che tali atti facciano parte di un procedimento istruttorio avviato dal Giudice contabile [vedi Scheda su Atti afferenti alla funzione giurisdizionale]. Va accolta l'istanza di accesso difensivo ex art. 24, comma 7, L. 241/90 al parere legale reso dall'Avvocatura regionale nell'ambito dell'istruttoria di un procedimento per la decadenza di una concessione amministrativa per la gestione di un impianto sportivo [vedi Scheda su Pareri legali].

Leggi Tutto

T.A.R. Sardegna Cagliari - Sentenza n. 592 del 13/08/2021

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) (Legittimazione del denunciante - Accesso agli atti dell'Ispettorato del Lavoro ex artt. 2-3 D.M. 757/1994) - PROCEDIMENTO (L. 241/90) (Fase di iniziativa - Istanza generica)

Il lavoratore che ha richiesto l’intervento dell’Ispettorato del Lavoro perché accerti la mancata corresponsione delle retribuzioni maturate ha diritto ex art. 24, comma 7, L. 241/90, di accedere agli atti del relativo procedimento ispettivo, sia al fine di contestare gli esiti del procedimento, sia al fine di acquisire elementi utili per la difesa dei propri diritti davanti al Giudice del Lavoro [vedi Scheda su Accesso agli atti dell'Ispettorato del Lavoro (artt. 2-3 D.M. 757/1994)]. E' sufficientemente determinata un’istanza di accesso agli atti relativi ad un ben individuato procedimento amministrativo [vedi Scheda su Procedimento (L. 241/90) - Fase di iniziativa].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 9363 del 11/08/2021

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE CONTRATTUALI (Segreti tecnici e commerciali)

Per poter utilmente opporre il segreto tecnico e commerciale non è sufficiente apporre una “clausola di riservatezza” nell’offerta tecnica, dovendo l’offerente non soltanto affermare ma anche comprovare l’esistenza di un segreto commerciale ex art. 98 D.Lgs. 30/2005 [vedi Scheda su Esclusioni (accesso agli atti delle procedure contrattuali)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 9340 del 09/08/2021

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) - Differimento

E' legittimo l’atto con cui la P.A. differisce l’accesso agli atti relativi ad un’attività ispettiva sino al termine del relativo procedimento, atteso che l’anticipata conoscenza di tali atti potrebbe determinare un danno alla ricostruzione fedele della vicenda oggetto dell'attività ispettiva [vedi scheda su Limitazioni (L. 241/90) - Differimento].

Leggi Tutto

Consiglio di Stato sez. III - Sentenza n. 5735 del 04/08/2021

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Accesso difensivo ex art. 24 comma 7 L. 241/90) (Classifiche di segretezza)

Colui che, per curare o difendere i propri interessi, ha necessità di conoscere gli atti del procedimento con cui è stato dichiarato lo scioglimento di un Consiglio comunale ex art. 143 D.Lgs. 267/2000 ha diritto di accedervi ex art. 24, comma 7, L. 241/90 e ciò anche se l’art. 3 comma 1 lett. m) del D.M. 415/1994 espressamente esclude l’accesso, purchè sia adeguatamente dimostrata la necessità difensiva ed escluso comunque il caso in cui gli atti richiesti siano assoggettati a classifiche di segretezza” ex art. 42 L. 124/2007 [vedi Scheda su Ambito di applicazione dell'art. 24 comma 7 L. 241/90].
La "classificazione" di segretezza ex art. 42 L. 124/2007 non richiede una motivazione, che finirebbe per disvelare le ragioni di segretezza poste a fondamento della “classifica” [vedi Scheda su Segreto di Stato e "classifiche di segretezza"].

 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato sez. V - Sentenza n. 5712 del 03/08/2021

OGGETTO (L. 241/90 - Atti afferenti alla funzione giurisdizionale

Gli atti dei procedimenti disciplinari nei confronti dei Magistrati ordinari non soggiacciono alla disciplina dell'accesso documentale ex L. 241/90 in quanto non sono "atti amministrativi", bensì "giurisdizionali"; e ciò riguarda sia della fase pre-disciplinare (segnalazioni, accertamenti preliminari in sede di ispezione, ecc.), sia la fase disciplinare vera e propria [vedi Scheda su Atti afferenti alla funzione giurisdizionale].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato sez. V - Sentenza n. 5714 del 03/08/2021

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE CONTRATTUALI

La V Sezione del Consiglio di Stato conferma l'applicabilità dell'accesso civico generalizzato agli atti delle procedure contrattuali, ivi compresi quelli afferenti alla fase esecutiva (nel caso di specie è stato riconosciuto ad un'impresa che non aveva partecipato alla gara di un appalto di servizio il diritto di accedere ai preventivi ed alle fatture degli interventi di manutenzione effettuati dall'appaltatore in esecuzione del contratto) [vedi Scheda su Accesso civico - Inquadramento generale].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato sez. III - Sentenza n. 5688 del 02/08/2021

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE CONTRATTUALI

Facendo applicazione dei principi di diritto enunciati dall'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato con sentenza n. 10/2020, la III Sezione ritiene che l’impresa seconda classificata in una gara per l’affidamento del servizio di preparazione e somministrazione pasti, che assume essersi verificate alcune mancanze nella gestione del servizio, ha diritto ex L. 241/90 di accedere ai verbali di gara con cui è stata valutata l’offerta tecnica dell’aggiudicataria con particolare riferimento alla effettiva disponibilità dei “centri di cottura” richiesti dal bando per la gestione del servizio [vedi Scheda su Accesso agli atti delle procedure contrattuali].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 9154 del 02/08/2021

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (LIMITAZIONI - Clausola di riservatezza)

<< L’esistenza di un accordo di riservatezza … non può essere opposto quale limite all’esercizio da parte dei cittadini dell’accesso pubblico generalizzato, trattandosi di clausola avente efficacia nei rapporti tra le parti e opponibile ad eventuali soggetti terzi privati, ma non certo idonea a incidere sulla normativa nazionale in materia di accesso e a integrare un limite ulteriore all’ostensione, oltre a quelli previsti rispettivamente dalla legge n. 241/1990 e dal D.lgs. n. 33/2013. >> (nel caso di specie il T.A.R. ha riconosciuto ad un'associazione ambientalistica, nonostante l’accordo di riservatezza sottoscritto dalle parti, il diritto di accedere ex art. 5 D.Lgs. 33/2013 al piano di investimenti industriale ed ambientale facente parte integrante del contratto con cui Invitalia s.p.a. (agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti interamente partecipata dallo Stato) è entrata nella compagine azionaria della società privata che gestisce lo stabilimento ex ILVA, fatto salvo l’oscuramento di quelle parti del contratto contenenti informazioni coperte da segreto industriale e commerciale [vedi Scheda su Limitazioni di fonte negoziale (c.d. "clausole di riservatezza")].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lombardia Brescia - Sentenza n. 696 del 26/07/2021

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) (Legittimazione del denunciante)

Non può essere accolta l’istanza di accesso difensivo ex art. 24, comma 7, L. 241/90 agli atti adottati dal Consiglio dell'Ordine a seguito di un esposto presentato da un avvocato nei confronti di un collega volto ad ottenere la cancellazione dello stesso dall’Albo per mancanza dei requisiti di legge se egli non dimostra in che modo la mancata cancellazione incida concretamente sulla sua posizione giuridica (nel caso di specie il richiedente si era limitato a dedurre che il collega aveva patrocinato in giudizio una controparte di un suo assistito, senza neppure prospettare quale tipo di azione avrebbe potuto intentare nei confronti dello stesso) [vedi Scheda su Legittimazione del denunciante e del denunciato nei procedimenti ispettivi, sanzionatori e disciplinari].

 

Leggi Tutto

Pagina 1 di 59