Archivio Giurisprudenza

Pagina 1 di 68

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 7983 del 15/06/2022

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) (Legittimazione del denunciante)

Per il T.A.R. l’impresa che ha partecipato ad una gara aggiudicata ad una concorrente e che ha presentato un esposto all’Ente di accreditamento in merito al possesso da parte dell’aggiudicatario dei requisiti per il certificato ISO 9001 non ha diritto di accedere agli atti del procedimento ispettivo conclusosi con l’archiviazione se non dimostra la necessità difensiva ex art. 24, comma 7, L. 241/90 (nel caso di specie la richiedente non aveva impugnato l’aggiudicazione della gara, né l’archiviazione del procedimento ispettivo) [vedi Scheda Legittimazione del denunciante e del denunciato nei procedimenti ispettivi, sanzionatori e disciplinari].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Puglia Bari - Sentenza n. 869 del 14/06/2022

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) - Diritto alla riservatezza (persone decedute)

Gli eredi di un pubblico dipendente deceduto a causa Covid-19 hanno diritto di accedere agli atti del procedimento in base al quale l’Inail ha riconosciuto la morte come infortunio o malattia professionale, in quanto necessari ex art. 24, comma 7, L. 241/90 per intentare un’azione giudiziale di responsabilità dell’Ente datore di lavoro per omessa adozione di misure di sicurezza ex art. 2087 c.c.; per contro, essi non hanno diritto di accedere agli atti del procedimento in base al quale l’Inail non ha riconosciuto la morte di un collega come infortunio o malattia professionale se non dimostrano la “stretta indispensabilità” di detti documenti per tutelare “diritti di rango pari” al diritto alla riservatezza ai dati sensibilissimi [su entrambe le questioni vedi Scheda Diritto alla riservatezza delle persone fisiche (L. 241/90)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 7827 del 14/06/2022

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (LIMITAZIONI)

Le “classifiche di segretezza” apposte dalla competente Amministrazione a determinati documenti ai sensi della Legge 124/2007 e del D.P.C.M. 5/2015 costituiscono sempre una “limitazione assoluta” dell’accesso civico generalizzato ex art. 5-bis, comma 3, D.Lgs. 33/2013, senza che sia necessario specificare la categoria di documenti coperti dalla classifica, né il grado di segretezza. Ad avviso del T.A.R., inoltre, le "limitazioni assolute" dell'accesso civico generalizzato ex art. 5-bis, comma 3, D.Lgs. 33/2013 possono essere contenute anche nei  Regolamenti adottati in passato dalle singole P.A. in base al previgente art. 24, commi 2 e 4, L. 241/90 (nel caso di specie si è ritenuto legittimo il diniego all'accesso civico generalizzato agli atti di autorizzazione dell'impiego in operazioni militari di aeromobili a pilotaggio remoto stazionanti sulla base militare di Sigonella, nonchè agli atti relativi all'impiego del personale ed ai costi) [su entrambe le questioni vedi Scheda su Limitazioni assolute (art. 5-bis c. 3 D.Lgs. 33/2013)].
E', invece, illegittimo  il diniego dell’istanza di accesso civico generalizzato agli atti di autorizzazione dello stazionamento di APR statunitensi sulla base militare di Sigonella (ed in particolare agli atti integrativi e modificativi dell’accordo tra il Ministero della Difesa italiano ed il Dipartimento della Difesa USA) in mancanza di una plausibile motivazione di un concreto pregiudizio agli interessi di cui all’art. 5-is, comma 1, D.Lgs. 33/2013 [vedi Scheda Limitazioni relative (art. 5-bis c. 1 e 2 D.Lgs. 33/2013)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Campania Salerno - Sentenza n. 1682 del 14/06/2022

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (SOGGETTI ATTIVI) - TUTELA GIUDIZIALE DAVANTI AL G.A.

Il T.A.R. rammenta come l'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, con decisione n. 10/2020, ha chiarito che la ratio dell’istituto dell'accesso civico generalizzato non va confusa con l’interesse del richiedente, che non necessariamente deve essere altruistico o sociale, né deve sottostare ad un giudizio di meritevolezza, pur non dovendo essere pretestuoso o contrario a buona fede (nel caso di specie il T.A.R. ha riconosciuto ad un partecipante ad una procedura selettiva dirigenziale, che ne aveva impugnato l'esito, il diritto di accesso civico generalizzato agli atti di conferimento dell'incarico dirigenziale) [sulla dibattuta questione vedi Scheda SOGGETTI ATTIVI (accesso civico)].
Per il T.A.R. il ricorso avverso il silenzio sull'istanza di accesso civico generalizzato ricade nel rito del silenzio ex art. 116 Codice Processo Amministrativo [vedi Scheda Tutela giudiziale davanti al Giudice Amministrativo].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 7859 del 14/06/2022

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) (Accesso agli atti dell'Ispettorato del Lavoro (artt. 2-3 D.M. 757/1994 Ministero del Lavoro della Previdenza sociale) - LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Differimento)

Per il T.A.R. il datore di lavoro ha, di regola, diritto ex art. 24, comma 7, L. 241/90 di accedere agli atti dell'ispezione disposta dall'Ispettorato del Lavoro (comprensivi dei verbali delle dichiarazioni rilasciate dai lavoratori) se la conoscenza è “necessaria per curare o per difendere i propri interessi giuridici” [sui diversi indirizzi giurisprudenziali sul punto vedi Scheda Accesso agli atti dell'Ispettorato del Lavoro (artt. 2-3 D.M. 757/1994)] ed il differimento è legittimo soltanto se l'Amministrazione dimostra che l'ostensione può pregiudicare l'attività ispettiva [vedi Scheda Differimento (L. 241/90)].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato - Sentenza n. 4735 del 10/06/2022

ACCESSO CIVICO (SOGGETTI ATTIVI) (OGGETTO)

La III Sezione del Consiglio di Stato ribadisce che l'accesso civico (semplice e generalizzato) «non è sottoposto ad alcun limite quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente e senza alcun onere di motivazione circa l’interesse alla conoscenza» (Adunanza plenaria, sentenza 2 aprile 2020, n. 10, punti 22.1 e seguenti) (annulla TAR Roma 2021/8838) [sulla questione della c.d. funzionalizzazione dell'accesso civico generalizzato vedi Scheda SOGGETTI ATTIVI (accesso civico)].
L’accesso civico può riguardare anche i c.d. "atti politici", atteso che gli artt. 1, 2, 3 e 5 D.Lgs. 33/2013 parlano di “dati", "informazioni" e "documenti" detenuti dalle pubbliche amministrazioni” [vedi Scheda OGGETTO (accesso civico)] (nel caso di specie l'istanza di accesso civico semplice aveva ad oggetto i testi dell'accordo internazionale di cooperazione concluso tra Italia e Gambia per il contrasto dell'immigrazione illegale ed il successivo Memorandum of understanding).
 

Leggi Tutto

T.A.R. Puglia Bari - Sentenza n. 838 del 09/06/2022

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) (Vicinitas funzionale)

Facendo propria la nozione di vicinitas funzionale, il T.A.R. riconosce al gestore di strutture per anziani il diritto di accedere ex L. 241/90 ai titoli edilizi ed agli atti autorizzativi in base ai quali un soggetto concorrente esercita un’attività analoga in un determinato immobile, al fine di verificare il rispetto delle regole, la cui violazione potrebbe incidere negativamente sulla concorrenza [vedi Scheda Soggetti attivi (L. 241/90)].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato - Sentenza n. 4679 del 08/06/2022

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO ALLE INFORMAZIONI AMBIENTALI (Soggetti attivi) (Oggetto)

Non è possibile escludere pregiudizialmente dall'accesso ambientale un soggetto sol perchè persegue anche fini economico-imprenditoriali [vedi Scheda Accesso alle informazioni ambientali su richiesta].
Costituiscono “informazioni ambientali” i documenti informatici utilizzati per simulare il deflusso delle acque sotterranee ed i data base dei dati idrogeologici utilizzati per accertare la responsabilità a carico di un’impresa della potenziale contaminazione di un sito produttivo [vedi Scheda Accesso alle informazioni ambientali su richiesta].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lombardia Brescia - Sentenza n. 571 del 07/06/2022

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DEI PROCEDIMENTI EDILIZI

Per il T.A.R. il proprietario di un’area edificata non ha diritto di accedere alle pratiche edilizie in base alle quali sono stati edificati la palazzina ed il garage esistenti sul terreno confinante adducendo semplicemente la necessità di raccogliere informazioni per decidere se presentare progetti di intervento sulla propria proprietà, atteso che la vicinitas non costituisce un’automatica legittimazione a conoscere la storia delle edificazioni del fondo confinante, occorrendo sempre un quid pluris rappresentato dal “pregiudizio attuale”, sia pure nella forma del danno temuto [sulla dibattuta questione vedi Scheda ACCESSO AGLI ATTI DEI PROCEDIMENTI EDILIZI].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato - Sentenza n. 4517 del 03/06/2022

OGGETTO (L. 241/90)

La III Sezione del Consiglio di Stato ribadisce che il diritto di accesso documentale ex L. 241/90 non può implicare un’attività di facere nella elaborazione di dati non contenuti in documenti esistenti (nella fattispecie si è ritenuto legittimo il diniego di una Regione dell’istanza di accesso ex L. 241/90 con cui una struttura sanitaria privata convenzionata con il SSN chiedeva i dati relativi a tutte le prestazioni sanitarie rese a pazienti non residenti nella Regione di competenza negli ultimi anni, nonché i dati informatici inviati alle altre Regioni debitrici, comprensivi dei relativi flussi finanziari) [sulla questione vedi Scheda OGGETTO (L. 241/90)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Abruzzo Pescara - Sentenza n. 226 del 03/06/2022

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE CONTRATTUALI (Titolarità attiva)

Per il T.A.R. per l'accesso documentale nelal materia degli appalti la legittimazione attiva va riconosciuta unicamente al concorrente che ha partecipato alla gara [sulle questione e sui diversi indirizzi giurisprudenziali in merito vedi Scheda ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE CONTRATTUALI].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lombardia Milano - Sentenza n. 1284 del 31/05/2022

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) - Diritto alla riservatezza (persone decedute)

Il convivente di fatto è legittimato ad accedere ai documenti contenenti dati personali della persona deceduta con cui conviveva, avendo un “interesse proprio” “per ragioni familiari meritevoli di protezione” ex art. 2-terdecies, comma 1, Codice privacy, atteso che tale sua posizione differenziata (già da tempo riconosciuta dalla giurisprudenza) è oggi consacrata dall’art. 1, comma 39, Legge 76/2016 (che garantisce al convivente di fatto, in caso di malattia o ricovero, “il diritto reciproco di visita, di assistenza nonché di accesso alle informazioni personali, secondo le regole di organizzazione delle strutture ospedaliere o di assistenza pubbliche, private o convenzionate, previste per i coniugi e i familiari”), senza che i familiari possano opporsi all’esercizio di tale diritto [vedi Scheda Diritto alla riservatezza delle persone fisiche (L. 241/90)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Toscana Firenze - Sentenza n. 743 del 31/05/2022

OGGETTO (L. 241/90) - ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (Oggetto)

E' legittimo il diniego dell’istanza di accesso ex L. 241/90 con cui un soggetto che aspira all’assegnazione di un nuovo posto barca chiede al Comune l’elenco dei soggetti (divisi per categoria) che sono stati assegnatari degli ormeggi negli ultimi due anni [vedi Scheda OGGETTO (L. 241/90)].
Per il T.A.R. detta istanza non può essere accolta neppure in base alla normativa sull'accesso civicogeneralizzato, atteso che l'art. 5, comma 2, D.Lgs. 33/2013 fa riferimento ai "dati" ed ai "documenti", ma non alle "informazioni" [vedi Scheda OGGETTO (accesso civico)].

 

Leggi Tutto

T.A.R. Veneto Venezia - Sentenza n. 814 del 30/05/2022

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) (Legittimazione del denunciato)

Per il T.A.R. veneto l’insegnante sottoposto a procedimento disciplinare in relazione a fatti sui quali vi è stata una segnalazione da parte di terzi (colleghi ed esterni) ha diritto di accedere a tutti gli atti del procedimento, compresi i verbali delle segnalazioni con le generalità dei segnalanti [sulla dibattuta questione e sui diversi indirizzi in merito vedi Scheda Legittimazione del denunciante e del denunciato nei procedimenti ispettivi, sanzionatori e disciplinari].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Friuli Venezia Giulia Trieste - Sentenza n. 255 del 30/05/2022

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE CONTRATTUALI (Project Financing)

Il T.A.R. ribadisce che la proposta/progetto di project financing ed i relativi elaborati tecnici ex art. 183 e ss. D.Lgs. 50/2016 (progetto di fattibilità tecnica ed economica, piano economico-finanziario asseverato, bozza di convenzione, ecc.) sono accessibili da parte degli interessati (nel caso di specie altra impresa che aveva manifestato l'intenzione di presentare una propria proposta prima dell'approvazione di quella del promotore) dal momento in cui l'Amministrazione lo approva definitivamente ponendolo a base di gara e non già sino alla conclusione dell'intera procedura [per la dibattuta questione vedi Scheda Accesso agli atti delle procedure di concessione e di project financing].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Abruzzo L'Aquila - Sentenza n. 208 del 26/05/2022

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) - Soggetti portatori di interessi collettivi, diffusi e generali)

Un Sindacato degli insegnanti ha diritto di accedere agli atti con cui un Istituto scolastico ha dato attuazione ad un Fondo integrativo per il trattamento accessorio dei docenti previsto dalla contrattazione collettiva decentrata, comprensiva dell’elenco del personale beneficiario e degli importi singolarmente erogati per ogni specifico incarico, atteso che il contratto collettivo prevede la sua partecipazione al procedimento relativo alla costituzione ed ai criteri di erogazione del fondo [per la questione della legittimazione soggettiva dei sindacati, vedi Scheda su Soggetti attivi (L. 241/90) - Soggetti portatori di interessi collettivi e diffusi].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Umbria Perugia - Sentenza n. 349 del 26/05/2022

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (PROCEDIMENTO - Soggetto a cui va rivolta l'istanza di accesso

Anche per l’accesso civico generalizzato vale la regola stabilita dall’art. 25, comma 2, L. 241/90, secondo la quale la richiesta di accesso “deve essere rivolta all'amministrazione che ha formato il documento o che lo detiene stabilmente”, nonchè quanto previsto dall’art. 6, comma 2, D.P.R. 184/2006 (“La richiesta formale presentata ad amministrazione diversa da quella nei cui confronti va esercitato il diritto di accesso è dalla stessa immediatamente trasmessa a quella competente. Di tale trasmissione è data comunicazione all'interessato.”) [vedi Scheda PROCEDIMENTO (accesso civico)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Veneto Venezia - Sentenza n. 768 del 23/05/2022

DISCIPLINE SPECIALI - DIRITTO DI INFORMAZIONE DEI CONSIGLIERI COMUNALI, PROVINCIALI E REGIONALI

Il Consigliere di una Provincia facente parte di un Consorzio pubblico ex art. 31 TUEL (già art. 25 L. 242/1990) costituito per la gestione del servizio di trasporto funicolare ha diritto ex art. 43 TUEL di accedere alla documentazione relativa al conferimento da parte del Consorzio di incarichi legali ad un avvocato, a prescindere alle modalità di costituzione e dalle forme di controllo previsti dallo Statuto consortile [vedi Scheda DIRITTO DI INFORMAZIONE DEI CONSIGLIERI COMUNALI, PROVINCIALI E REGIONALI].
 

Leggi Tutto

Consiglio di Stato - Sentenza n. 4086 del 23/05/2022

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) (Accesso endoprocedimentale - Procedure selettive)

La V Sezione del Consiglio di Stato conferma che il dipendente pubblico che ha partecipato ad una procedura di valutazione interna ai fini della progressione economica orizzontale ha diritto di accedere a tutti gli atti della procedura e quindi non soltanto quelli concernenti la propria posizione, ma anche quella degli altri, comprensivi dei relativi nominativi, onde poter verificare l’effettività del confronto competitivo e la giusta valorizzazione del merito individuale (conferma TAR Firenze 2021/1081) [vedi Scheda su Accesso endoprocedimentale (o partecipativo) ex art. 10 L. 241/90].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Calabria Catanzaro - Sentenza n. 866 del 20/05/2022

SOGGETTI PASSIVI (L. 241/90) (SOGGETTI PRIVATI - Strutture sanitarie accreditate dal SSN)

Gli eredi di una persona deceduta a seguito di un intervento chirurgico effettuato presso una struttura sanitaria privata in regime di convenzionamento con il Servizio Sanitario nazionale hanno diritto di accedere alla documentazione relativa ai macchinari sanitari utilizzati in occasione dell’intervento, trattandosi di un soggetto privato che ha posto in essere un servizio pubblico in ambito sanitario [vedi Scheda Casistica di soggetti privati esercenti "attività di pubblico interesse"].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Campania Salerno - Sentenza n. 1297 del 18/05/2022

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DEI PROCEDIMENTI EDILIZI

Il proprietario dell'immobile confinante con un terreno su cui sono in corso di realizzazione i lavori di installazione di una stazione radio base ha diritto ex art. 22 L. 241/90 di accedere agli atti del relativo procedimento di autorizzazione [vedi Scheda ACCESSO AGLI ATTI DEI PROCEDIMENTI EDILIZI].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Sardegna Cagliari - Sentenza n. 319 del 18/05/2022

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (Limitazioni relative a tutela di interessi privati)

Per il T.A.R. è legittimo il diniego dell'istanza di accesso civico generalizzato ex art. 5-bis, comma 2, lett. c), D.Lgs. 33/2013 alla documentazione relativa alle prove tecniche comparative effettuate da un’Azienda sanitaria sui dispositivi acquistati con trattativa diretta (diagnostica rapida Covid-19) motivata con la considerazione che << la diffusione di dati derivanti dai test effettuati potrebbe essere lesiva della capacità commerciale di alcune ditte partecipanti >> [vedi Scheda Limitazioni relative a tutela di interessi privati (art. 5-bis comma 2 D.Lgs. 33/2013)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 6272 del 17/05/2022

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO ALLE INFORMAZIONI AMBIENTALI (Oggetto) (Esclusioni)

Costituiscono "informazioni ambientali" ai sensi dell'art. 2 D.L.gs 195/2005 i documenti e le informazioni riguardanti l’attività di due diligence ambientale effettuata da SACE s.p.a. (Sezione speciale per l’Assicurazione del Credito all’Esportazione) su alcuni progetti di produzione, liquefazione e commercializzazione di gas naturale [vedi Scheda Accesso alle informazioni ambientali su richiesta].
Non è sufficiente a giustificare l’esclusione dell’accesso alle informazioni ambientali ai sensi dell’art. 5, comma 2, lett. d), D.Lgs. 195/2005 l’esistenza di “accordi di riservatezza” con i privati controinteressati, in quanto tali accordi non possono derogare alla normativa pubblicistica dell’accesso e non sono idonei, di per sé, ad integrare un caso di esclusione ai sensi della citata norma, dovendo l’Amministrazione dare conto, con adeguata motivazione, della ponderata valutazione di interessi effettuata Esclusioni (accesso alle informazioni ambientali)].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Puglia Bari - Sentenza n. 695 del 16/05/2022

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) (Accesso endoprocedimentale)

Per il T.A.R. chi partecipa ad un pubblico concorso per dirigenti conseguendo un punteggio che non gli consente di essere proclamato vincitore è legittimato ad accedere agli atti della procedura (domande e documenti prodotti dagli altri candidati che lo precedono in graduatoria, verbale e schede di valutazione delle prove scritte, orali e pratiche, elaborati, valutazioni titoli, ecc.) per il sollo fatto di avere partecipato al concorso, a prescindere da una concreta lesione della situazione giuridica soggettiva del candidato [vedi Scheda Accesso endoprocedimentale (o partecipativo) ex art. 10 L. 241/90].
 

Leggi Tutto

T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 6101 del 16/05/2022

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) (Legittimazione del denunciato)

Il T.A.R. aderisce all'indirizzo giurisprudenziale per il quale << al di fuori di particolari ipotesi in cui il denunciante potrebbe essere esposto, in ragioni dei rapporti con il denunciato, ad azioni discriminatorie o indebite pressioni, il principio di trasparenza deve ritenersi prevalente su quello alla riservatezza e, dunque, non sussiste un diritto all’anonimato dei soggetti che abbiano assunto iniziative incidenti sulla sfera di terzi, anche perché una volta che l’esposto è pervenuto alla sfera di conoscenza della P.A., l’autore dell’atto ha perso il controllo su di esso essendo entrato nella disponibilità dell’Amministrazione. >> (nel caso di specie un pubblico dipendente in quiescenza chiedeva di accedere ad una "segnalazione anomina" a seguito della quale l'Amministrazione aveva attivato un procedimento di ripetizione somme ritenute indebitamente percepite) [vedi Scheda Legittimazione del denunciante e del denunciato nei procedimenti ispettivi, sanzionatori e disciplinari].
 

Leggi Tutto

Pagina 1 di 68