T.A.R. Puglia Bari - Sentenza n. 546 del 02/05/2024

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90)

Va accolta l’istanza formulata ai sensi della Legge 241/90 dall’avvocato civico in quiescenza volta ad accedere agli atti comprovanti l’avvenuto recupero da parte del Comune di cui era dipendente delle spese processuali a cui le controparti soccombenti erano state condannate a pagare in sede giudiziale, al fine di valutare i presupposti per il riconoscimento dei compensi professionali ex art. 9 D.L. 90/2014, senza che l’Ente possa opporre la non spettanza di detti compensi sulla base del Regolamento comunale, atteso che non spetta alla P.A. – nè al G.A. – verificare l’effettiva utilità dei documenti per il richiedente [vedi Scheda  Tesi della strumentalità in senso ampio].
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.