T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 342 del 10/01/2023

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Diritto alla riservatezza)

Il coniuge separato non ha diritto di accedere alla documentazione sanitaria della moglie detenuta dall’azienda sanitaria (cartella clinica e certificato di dimissioni dall’ospedale in cui è stata ricoverata), adducendo la necessità di verificare l’idoneità psico-fisica della stessa a prendersi cura dei figli minori, se non dimostra la “stretta indispensabilità” dell’accesso, anche considerato che, al momento della richiesta, i figli risultano a lui affidati [vedi Scheda Dati sensibilissimi o ultrasensibili].
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.