T.A.R. Puglia Bari - Sentenza n. 1833 del 29/12/2022

TUTELA GIUDIZIALE DAVANTI AL G.A. (Silenzio sull'istanza di accesso civico)

Il silenzio della P.A. sull'istanza di accesso civico generalizzato è illegittimo e (per il T.A.R.) tale illegititmità deve essere fatta valere con il ricorso ex art. 117 c.p.a. avverso il silenzio- inadempimento [per i diversi indirizzi sul punto vedi Scheda TUTELA GIUDIZIALE DAVANTI AL GIUDICE AMMINISTRATIVO].
Con la precisazione che, ai sensi dell’art. 31, comma 3. c.p.a., “Il giudice può pronunciare sulla fondatezza della pretesa dedotta in giudizio solo quando si tratta di attività vincolata o quando risulta che non residuano ulteriori margini di esercizio della discrezionalità e non sono necessari adempimenti istruttori che debbano essere compiuti dall’amministrazione.”, ivi compresa l’eventuale interlocuzione con eventuali controinteressati (nel caso di specie il G.A., nell'accogliere il ricorso, ha ordinato alla P.A. di pronunciarsi espressamente sull'istanza, ma ha respinto la domanda di condanna alla ostensione dei documenti richiesti prima che la P.A.  stessa valutasse, nella corretta sede procedimentale, la sussistenza di eventuali limitazioni ex art. 5-bis D.Lgs. 33/2013) [vedi Scheda Potere di decisione del G.A.].
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.