T.A.R. Veneto Venezia - Sentenza n. 1166 del 16/07/2022

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DEI PROCEDIMENTI EDILIZI

Al proprietario del fondo "vicino" o "contiguo" a quello su cui siano state realizzate nuove opere edilizie spetta il diritto di accesso a tutti gli atti abilitativi edilizi, atteso che la posizione di vicinitas, in quanto qualificata e differenziata, è sufficiente ai sensi dell'art. 22, l. n. 241 del 1990 a legittimare il diritto di accesso alla documentazione amministrativa richiesta (nel caso di specie il ricorrente era proprietario di un terreno agricolo posto ad una distanza di circa 100 metri dal terreno interessato dalle opere) [sui diversi indirizzi giurisprudenziali sulla questione vedi Scheda ACCESSO AGLI ATTI DEI PROCEDIMENTI EDILIZI].

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.