Consiglio di Stato sez. IV - Sentenza n. 8333 del 14/12/2021

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) - Soggetti portatori di interessi collettivi, diffusi e generali)

In tema di accesso, la posizione delle associazioni portatrici di interessi diffusi non si differenzia da quella dei singoli individui, occorrendo in entrambi i casi un interesse diretto, concreto ed attuale alla conoscenza documentale. Nel caso di specie la IV Sezione del Consiglio di Stato (confermando T.A.R. Roma n. 2147/2021) ha ritenuto che il Codacons non fosse legittimato ad accedere ai documenti relativi all'attività di accertamento e di ispezione espletata dalla Banca d’Italia nei confronti di una banca commissariata, in quanto difettava il nesso tra l’esigenza conoscitiva e le finalità statutarie dell’associazione, che non prevedono un sindacato ispettivo generale sull’operato della Banca d’Italia; ciò ancorchè, in relazione alla medesima vicenda, il Codacons aveva presentato esposti e si era costituito parte civile nei processi penali a carico dei singoli responsabili [vedi Scheda su Soggetti portatori di interessi collettivi, diffusi e generali].
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.