T.A.R. Lazio Roma - Ordinanza n. 10352 del 08/10/2021

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Accesso difensivo ex art. 24 comma 7 L. 241/99)

In caso di accesso difensivo ex art. 24, comma 7, L. 241/90, la valutazione in merito alla ricorrenza dell'esigenza difensiva va effettuata "in astratto", senza che possa essere apprezzata o sindacata la concreta utilità della documentazione richiesta; è, pertanto, illegittimo il diniego di accesso difensivo ad un atto amministrativo motivato con il fatto che detto atto è stato revocato, sì che il richiedente non potrebbe trarre alcuna utilità dalla sua ostensione (fattispecie riguardante una richiesta di accesso al C.S.M. ad una proposta di nomina di un Presidente di Tribunale) [per i criteri di valutazione della necessità di difesa vedi Scheda su Accesso difensivo (art. 24 comma 7 L. 241/90)].
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.