T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 9154 del 02/08/2021

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (LIMITAZIONI - Clausola di riservatezza)

<< L’esistenza di un accordo di riservatezza … non può essere opposto quale limite all’esercizio da parte dei cittadini dell’accesso pubblico generalizzato, trattandosi di clausola avente efficacia nei rapporti tra le parti e opponibile ad eventuali soggetti terzi privati, ma non certo idonea a incidere sulla normativa nazionale in materia di accesso e a integrare un limite ulteriore all’ostensione, oltre a quelli previsti rispettivamente dalla legge n. 241/1990 e dal D.lgs. n. 33/2013. >> (nel caso di specie il T.A.R. ha riconosciuto ad un'associazione ambientalistica, nonostante l’accordo di riservatezza sottoscritto dalle parti, il diritto di accedere ex art. 5 D.Lgs. 33/2013 al piano di investimenti industriale ed ambientale facente parte integrante del contratto con cui Invitalia s.p.a. (agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti interamente partecipata dallo Stato) è entrata nella compagine azionaria della società privata che gestisce lo stabilimento ex ILVA, fatto salvo l’oscuramento di quelle parti del contratto contenenti informazioni coperte da segreto industriale e commerciale [vedi Scheda su Limitazioni di fonte negoziale (c.d. "clausole di riservatezza")].
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.