T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 8419 del 14/07/2021

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (OGGETTO) - (LIMITAZIONI - Interessi economici e commerciali)

Il T.A.R. Lazio riconosce al Comitato per il Diritto alla Cura Tempestiva Domiciliare nell'epidemia Covid-19 il diritto di accedere ai verbali, ai documenti ed alle informazioni relative alla riunione tenutasi in data 29 ottobre 2020 tra un’azienda produttrice di farmaci a base di anticorpi monoclonali ed i rappresentanti del Ministero della Salute, del Comitato tecnico scientifico e dell’Ospedale Spallanzani di Roma e ciò quand’anche detti documenti siano redatti in forma di “rendiconto informale” [vedi Scheda su OGGETTO (accesso civico)].
D'altra parte, detta istanza non può essere respinta per ragioni di tutela degli "interessi economici e commerciali" dell'azienda produttrice dei farmaci ove la motivazione del diniego sia meramente assertiva e non indichi i motivi del “concreto pregiudizio” di detti interessi, anche tenuto conto della possibilità di oscuramento parziale dei documenti richiesti come previsto anche dall’art. 17 del Regolamento AIFA [vedi Scheda su Limitazioni relative a tutela di interessi privati (art. 5-bis comma 2 D.Lgs. 33/2013)].
Per il T.A.R. l'istanza non può, invece, essere accolta nella parte in cui è volta ad ottenere la rendicontazione di tutte le attività poste in essere da AIFA per rendere fruibile alla cittadinanza la terapia a base di anticorpi monoclonali per la cura del Covid-19, nonchè le azioni che AIFA intende mettere in atto per il prosieguo [vedi Scheda su OGGETTO (accesso civico)].
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.