T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 7333 del 18/06/2021

SOGGETTI PASSIVI (L. 241/90) (Soggetti privati - Gestori di pubblico servizio - RAI) - LIMITAZIONI (L. 241/90) (Segreto giornalistico)

Per il T.A.R., ai fini della sottoposizione di RAI s.p.a. alla disciplina dell'accesso documentale ex L. 241/90, è attività afferente alla gestione del pubblico servizio televisivo non soltanto la trasmissione delle notizie nel corso di un programma televisivo, ma anche ogni attività preparatoria volta all’acquisizione, alla raccolta ed alla elaborazione delle notizie oggetto della trasmissione [sulla questione vedi Casistica di soggetti privati esercenti "attività di pubblico interesse"].
Non è coperta da “segreto giornalistico” la richiesta di informazioni e la trasmissione di documenti formati e detenuti da una P.A. (nel caso di specie si trattava di richieste di informazione rivolte da giornalisti della trasmissione televisiva Report ad Enti pubblici e relativi riscontri forniti da questi ultimi in merito al conferimento di incarichi professionali conferiti ad un avvocato) [sulla questione vedi Scheda su Altri casi di segreto previsti dalla legge (art. 24 c. 1 L. 241/90) - Segreto professionale].
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.