Consiglio di Stato sez. VI - Sentenza n. 3492 del 04/05/2021

SOGGETTI ATTIVI (L. 241/90) (Legittimazione del denunciato) - LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (Procedimenti tributari)

Colui che è sottoposto ad indagini fiscali ha diritto, una volta concluso il procedimento tributario, ad accedere a tutti i relativi atti istruttori, compresa la “relazione informativa” della Guardia di Finanza, anche nella parte in cui riporta il contenuto delle “fonti informative riservate” da cui ha tratto origine l’accertamento, seppure con l’oscuramento del nominativo del denunciante; in questo senso va interpretato l’art. 4, lett. d), D.M. 603/1996 (che vieta l’accesso agli atti e documenti attinenti alla identità e gestione delle fonti confidenziali ed alle informazioni fornite dalle fonti stesse, individuate o anonime, nonché contenute in esposti da chiunque inoltrati”) in combinato disposto con l’art. 24, comma 7, L. 241/90 (conferma TAR Bolzano 2020/247) [vedi Scheda su Legittimazione del denunciante e del denunciato nei procedimenti ispettivi, sanzionatori e disciplinari].
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.