T.A.R. Veneto Venezia - Sentenza n. 603 del 05/05/2021

DISCIPLINE SPECIALI - DIRITTO DI INFORMAZIONE DEI CONSIGLIERI COMUNALI, PROVINCIALI E REGIONALI

A fronte di un’istanza con la quale un Consigliere non vedente chiede di ricevere quotidianamente i dati di sintesi del protocollo generale dell’Ente (numero, data di partenza o di arrivo, destinatario o mittente, oggetto ed ufficio competente) mediante rilascio di copia cartacea o invio di email, legittimamente il Comune si rende disponibile a consentire l’accesso mediante la messa a disposizione di una postazione pc presso la sede comunale provvista di un software screen reader per persone non vedenti, in quanto tale soluzione costituisce un equo contemperamento tra il diritto in informazione del Consigliere da una parte e le esigenze organizzative e di tutela della privacy dall’altra [vedi Scheda su Diritto di informazione dei Consiglieri comunali, provinciali e regionale - Procedimento].
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.