T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 4103 del 07/04/2021

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (LIMITAZIONI)

Il T.A.R. conferma l'indirizzo ad oggi prevalente secondo il quale l’art. 5-bis, comma 3, D.Lgs. 33/2013 che stabilisce le "limitazioni assolute" dell'accesso civico generalizzato, nel rinviare all’art. 24, comma 1, L. 241/90, rinvia implicitamente anche all’art. 24, comma 2, e quindi anche alle limitazioni stabilite dalle singole P.A. in relazione agli interessi pubblici o privati già riconosciuti dalla Legge. Ne consegue nel caso di specie che, ai sensi del combinato disposto dell'art. 5-bis, comma 3, D.Lgs. 33/2013, dell’art. 24, comma 1, L. 241/90 e dell’art. 4 D.M. Ministero dell’Interno 115/1994, sono sottratti all’accesso civico generalizzato i dati relativi al monitoraggio, al controllo ed alle verifiche ispettive dei centri di accoglienza per richiedenti asilo [sulla questione vedi Scheda su Limitazioni assolute (art. 5-bis c. 3 D.Lgs. 33/2013)].
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.