T.A.R. Campania Napoli - Sentenza n. 5255 del 16/11/2020

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DEI PROCEDIMENTI EDILIZI

Secondo la VI Sezione del T.A.R. Campania, ai fini della legittimazione all'accesso agli atti dei procedimenti edilizi non è sempre sufficiente il dato materiale della vicinitas, dovendosi talvolta comprovare (come quando si propone un ricorso per l'annullamento del titolo edilizio) il reale pregiudizio che venga a derivare al richiedente dala realizzazione dell'intervento assentito (fattispecie in cui la distanza tra l'area del richiedente l'accesso e l'area dell'intervento edilizio era di metri 500) [per l'analisi della questione e per il diverso e prevalente orientamento della giurisprudenza, vedi Scheda su Accesso agli atti dei procedimenti edilizi].
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.