T.A.R. Sicilia Palermo - Sentenza n. 2057 del 12/10/2020

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Segreto istruttorio penale)

L'esistenza di un’indagine penale non implica di per sé una causa di esclusione dell’accesso ai documenti in qualche modo connessi con i fatti oggetto di indagine e nemmeno la circostanza dell'avvenuta trasmissione di detti atti alla Procura della Repubblica giustifica il rifiuto dell'accesso se non ricorrono i presupposti di cui all'art. 329 Codice di Procedura Penale [per l'analisi della questione, vedi Scheda su Segreto istruttorio penale].
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.