T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 9195 del 13/08/2020

DIRITTO ALL'INFORMAZIONE

Il T.A.R. Roma riconosce il "diritto all'informazione" tutelabile con lo strumento del ricorso avverso il silenzio inadempimento ex art. 117 Cod. proc. Amm..
IL CASO. Una persona subiva un intervento chirurgico di artroprotesi riportando postumi indesiderati ed avendo interesse a conoscere le caratteristiche tecniche ed i dati identificativi della protesi impiantata, al fine di verificare eventuali responsabilità mediche, presentava istanza di accesso alla cartella clinica, dalla quale però non risultavano i dati predetti. Per tale motivo, chiedeva tali informazioni alla struttura ospedaliera, che però non riscontrava l'istanza. L'interessato presentava quindi ricorso ex art. 117 Cod. Proc. Amm. ed il T.A.R. lo ha accolto, dichiarando illegittimo il silenzio-inadempimento ed ordinando all'Amministrazione di riscontrare l'istanza [per l'analisi della tematica, vedi Scheda su Diritto all'informazione].
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.