Consiglio di Stato sez. V - Ordinanza n. 4016 del 23/06/2020

DISCIPLINE SPECIALI - ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE CONTRATTUALI (Segreti tecnici e commerciali)

La V Sezione del Consiglio di Stato conferma i prevalenti principi giurisprudenziali sulla interpretazione dell'art. 53, commi 5 e 6, del D.Lgs. 50/2016 (Codice dei contratti) in tema di accesso alle offerte tecniche ed alle relative giustificazioni, affermando che: 1)  un "segreto tecnico e commerciale" non richiede necessariemente un brevetto industriale, potendo consistere anche in un segreto commerciale ex art. 98 D.Lgs. 30/2005; 2) l'accesso difensivo prevale comunque sul "segreto tecnico e commerciale" se il richiedente dimostra la "stretta indipensisabilità" dei documenti richiesti per la difesa dei propri interessi in giudizio; 3) se l'istanza di accesso è proposta con ricorso incidentale ex art. 116, comma 2, Cod. Proc. Amm., la necessità di difesa in giudizio va parametrata ai motivi di ricorso già proposti ed ai motivi aggiunti proponibili nello stesso giudizio secondo la prospettazione del ricorrente [per tutte le questioni vedi Scheda su Limitazioni dell'accesso agli atti delle procedure contrattuali]. La Sezione ribadisce inoltre che in caso di partecipazione ad una procedura di evidenza pubblica non sono opponibili "clausole di riservatezza" stipulate tra privati [sull'argomento vedi scheda su Limitazioni di fonte negoziale (c.d. clausole di riservatezza)].

 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.