Consiglio di Stato sez. III - n. 1841 del 08/04/2020

DIRITTO ALL'INFORMAZIONE

Con decreto presidenziale la III Sezione del Consiglio di Stato (Pres. Frattini) conferma che la richiesta di un’associazione di ottenere dalla Protezione civile informazioni e dati relativi all’emergenza sanitaria COVID-19, ulteriori rispetto a quelli già forniti quotidianamente mediante gli appositi bollettini (es. numero di deceduti nella propria abitazione e posti disponibili in terapia intensiva presso le strutture sanitarie), può essere esercitata mediante apposita istanza di accesso civico generalizzato ex art. 5-bis, comma 2, D.Lgs. 33/2013; con la precisazione che il ricorso avverso un eventuale provvedimento sfavorevole non costituisce un'azione impugnatoria, bensì una tipica azione di accertamento basata sul principio di trasparenza.   [vedi Scheda su Diritto all'informazione].
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.