Consiglio di Stato sez. III - Sentenza n. 1939 del 19/03/2020

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Accesso difensivo ex art. 24 comma 7 L. 241/90) - TUTELA GIUDIZIALE DAVANTI AL G.A.

Nel ribadire che la "strumentalità" dell'accesso documentale è da intendersi "in senso ampio" e che la la necessità di difesa va valutata in astratto senza sindacare nel merito la fondatezza della pretesa cui il documento richiesto è collegato, la III Sezione del Consiglio di Stato riconosce che l’accesso difensivo ex art. 24, comma 7, L. 241/90 può essere esercitato al fine di a verificare eventuali “disparità di trattamento” rispetto a soggetti posti nelle medesime condizioni o in condizioni analoghe [per l'esame della questione vedi Scheda su Accesso difensivo (art. 24, comma 7, L. 241/90)].
IL CASO: nella fattispecie la Sezione ha riconosciuto all’impresa a cui era stato revocato un finanziamento per l’attuazione di un progetto di investimento il diritto di accedere ex art. 24 comma 7 L. 241/90 al progetto di un’azienda concorrente destinataria del medesimo finanziamento, onde verificare eventuali profili di disparità di trattamento da far valere nel giudizio intrapreso nei confronti dell'Amministrazione che aveva adottato il provvedimento di revoca.
 

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.