T.A.R. Lombardia Brescia - Sentenza n. 10 del 13/01/2020

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (SOGGETTI ATTIVI - Controllo sulle finalità dell'istanza)

Continua il dibattito sulla c.d. "funzionalizzazione dell'accesso civico generalizzato" (ovvero sulla necessità o meno di controllare la finalità soggettiva dell'istanza): il T.A.R. Brescia aderisce alla tesi negativa, affermando che anche richieste di accesso civico presentate per "finalità egoistiche" possono essere conformi alla ratio dell'istituto [sui termini del dibattito, vedi amplius Scheda su Soggetti attivi (accesso civico)].

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.