T.A.R. Calabria Reggio Calabria - Sentenza n. 628 del 28/10/2019

LIMITAZIONI DEL DIRITTO DI ACCESSO (L. 241/90) (Accesso difensivo ex art. 24 comma 7 L. 241/90)

Il soggetto che, per curare o difendere i propri interessi, ha necessità di conoscere gli atti del procedimento con cui è stato dichiarato lo scioglimento di un Consiglio comunale ai sensi dell’art. 143 D.Lgs. 267/2000, ivi compresa la relazione prefettizia contenente la proposta di provvedimento (ad esempio per difendersi nel giudizio avverso un provvedimento di interdittiva antimafia assunto nei suoi confronti) ha diritto di accedervi ex art. 24, comma 7, L. 241/90 e ciò anche se l’art. 3 comma 1 lett. m) del DM 415/1994 espressamente esclude l’accesso ed anche se l’Amministrazione ha apposto la dichiarazione di “riservatezza” prevista dall’art. 143 comma 9 del Tuel [sulla questione dell'ambito di applicazione dell'art. 24, comma 7, L. 241/90, vedi Scheda su Accesso difensivo (art. 24 comma 7 L. 241/90)].

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.