T.A.R. Lazio Roma - Sentenza n. 8892 del 07/08/2018

ACCESSO CIVICO GENERALIZZATO (LIMITAZIONI) - TUTELA DAVANTI AL G.A. (Poteri istruttori del G.A.)

E' legittimo - secondo il T.A.R. Roma - il diniego all’istanza di accesso civico generalizzato volta ad acquisire dal Ministero dell’Interno copia degli atti posti in essere in attuazione del “Memorandum Italia-Libia" per la gestione dei flussi migratori, comprensivi dei relativi finanziamenti, trattandosi di accordo intergovernativo la cui ostensione può pregiudicare la stabilità delle “relazioni internazionali” ai sensi del combinato disposto di cui all’art. 5-bis c. 1 D.Lgs. 33/2013 ed all’art. 2 DM 415/1994 (Regolamento del Ministero dell’Interno che individua le “categorie di documenti inaccessibili per motivi attinenti alla sicurezza, alla difesa nazionale ed alle relazioni internazionali”). [vedi Scheda su Accesso civico - Limitazioni relative a tutela di interessi pubblici (art. 5-bis c. 1 D.Lgs. 33/2013)]. La sentenza affronta, altresì, alcune importanti questioni in tema di poteri istruttori del Giudice Amministrativo nel processo speciale dell'accesso [vedi Scheda su La tutela davanti al G.A.].

ATTENZIONE: questo documento è riservato agli abbonati. Per accedere ad esso, inserisci le chiavi di accesso nelle sottostanti caselle.